martedì 10 giugno 2014

La Fattura Elettronica come Trasformazione Digitale, il punto di vista di M.P. Giovannini di AgID e D. Casalino di Consip

Oggi al convegno organizzato dall'Università di Tor Vergata a completamento dell'A.A. del
Master in Ingegneria per le Pubbliche Amministrazioni – Università degli Studi di Roma "Tor Vergata”, la cui consegna dei diplomi è forse stata la parte più emozionante dell'evento.

Si, certo, il tema non è di quelli che generano emozioni, ma come è stato detto in questi giorni da più parti è un momento epocale per la PA italiana. 
I vari relatori, M.P. Giovannini di AgID e D. Casalino di Consip, ognuno per la prorpia area, hanno confermato come la svolta sia fondamentale per avviare la Trasformazione Digitale della PA.

D. Casalino insiste su questa definizione, parla di "trasformazione digitale" , di cui il nostro paese ha bisogno. A dimostrazione del ruolo di Consip  in questa trasformazione cita tutta una serie di numeri che la stessa Consip ha realizzato.

Tutto questo per dire che attraverso i risparmi si può e si deve finanziare, appunto, la "trasformazione digitale" Italiana. Per avvalorare questo cita Pier Carlo Padoan, suo professore all'università, e dice: "gli acquisti pubblici sono uno dei pochi strumenti di politica industriale che i paesi contemporanei oggi possono utilizzare" per fare dello Smart Public Procurement.

Casalino conclude il suo intervento dicendo che la FE è la forza che innesca un ripensamento dei processi aziendali verso la trasformazione digitale, non uso la parola digitalizzazione perchè sembra che la sola parola sia poco gradita allo stesso Casalino.





M.P. Giovannini ci dice che l'italia è in anticipo rispetto all'Europa "essere primi ci permetterà di competere a livello europeo e di poter creare degli starndard a livello Europeo più coerenti alle nostre esigenze."







Posta un commento